Giurisprudenza

Corso di laurea: magistrale a ciclo unico

Classe: LMG - 01 – Giurisprudenza

Accesso: libero*

Struttura: Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze politiche, economiche e sociali

Sede formativa: Alessandria, via Cavour 84 e Novara, via Perrone 18

Referente: prof. Roberto Mazzola

Data d'inizio dei corsi: 18 settembre 2017

Il corso di studio in breve. L’unico e solo corso magistrale di Giurisprudenza dell’ Università del Piemonte Orientale nei suoi due poli di Alessandria e Novara ha lo scopo di fornire le metodologie e le competenze culturali e scientifiche necessarie per il conseguimento di un approfondito livello di conoscenza del sapere giuridico nelle sue diverse articolazioni, supportato da capacità logico- argomentative e di ricostruzione critica, di carattere sia induttivo sia deduttivo. I laureati, oltre a indirizzarsi alle professioni legali e alla magistratura, potranno essere impiegati, in riferimento a funzioni caratterizzate da elevata responsabilità, nei vari campi di attività socio-economica e politica; nel Terzo Settore, nelle istituzioni di governo tanto centrale quanto periferico a livello nazionale o in quelle internazionali e della Unione Europea, nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese private, nei sindacati, nel settore del diritto dell'informatica, dove  le capacità di analisi, di valutazione e di decisione  giuridica  risultano essere fondamentali.  

Sbocchi occupazionali e professionali. Oltre alle  professioni legali (magistratura, cancelleria giudiziaria, avvocatura, giudici  di pace, notariato) vi sono prospettive lavorative presso le istituzioni internazionali, la carriera nelle pubbliche amministrazioni (nazionali, regionali, locali, enti pubblici), presso banche, imprese di assicurazione ed intermediari finanziari, nonché ruoli amministrativi in aziende medio-grandi (ufficio legale, gestione del personale, ecc.), consulente del lavoro e delle relazioni industriali, mediatori, insegnamento nella scuola secondaria superiore. Un ulteriore sbocco professionale è quello offerto dal Terzo settore: associazionismo, enti no profit, associazioni culturali e di categoria, tutela ambientale, certificazione dei prodotti, tutela dei consumatori, reinserimento dei soggetti svantaggiati.

Nell’ambito del corso di laurea magistrale in giurisprudenza c’è anche la possibilità di frequentare insegnamenti in lingua inglese. Chi usufruisce di questa opportunità, dopo il conseguimento del titolo, può iscriversi al corso di laurea magistrale in Economia, Management e Istituzioni (LM76), curriculum Law, Economics and Istitutions , con il riconoscimento automatico di tutti gli esami già sostenuti in lingua inglese.  Ciò consentirà con un ulteriore anno di frequenza, che può svolgersi anche in una delle sedi europee partner, di conseguire una laurea magistrale aggiuntiva in scienze economiche. Le sedi partner europee sono:  Université de Paris Nanterre (Francia) o Marburg Universitat (Germania) Tale esperienza è un formidabile trampolino per chi vuole avere una formazione europea e ad ampio spettro, al fine di operare in modo confortevole in un ambito internazionale.

 

Accordi Erasmus con il DiGSPESBulgaria: "National and World Economics" (Sofia). Repubblica Ceca: Hradec, Masaryk (Brno). Finlandia: Tampere. Francia:  Savoie (Chambéry), Sud-Toulon-Var (Tolone), Sophia-Antipolis (Nizza), Rouen, Rennes I, Reims-Champagne-Ardenne (Reims), Catholique de Lyon, Paris Nanterres (Parigi). Germania: Treviri. Lituania: Kaunas. Malta: Malta (Msida). Polonia: “Karol Adamiecki Economiczny” (Katowice), “Jagellllonsky” (Cracovia), "Lazarki School of commerce and law" (Varsavia). Portogallo: Castelo Branco, Lisbona, Porto. Regno Unito: Winchester. Romania: “1 Decembrie 1918” (Alba Iulia). Spagna: Alicante, "Miguel Hernandez" (Elche), Jaen, Murcia, La Laguna (Tenerife), "Rovira i Virgili" (Tarragona).

 

* L’accesso al corso di laurea è libero, tuttavia tutte le matricole iscritte per la prima volta all’università/Corso di laurea in Giurisprudenza, dovranno sostenere nel mese di novembre, nella stessa data, rispettivamente nelle sedi di Alessandria e di Novara, un test di verifica delle capacità logico-interpretative e linguistiche. Chi non dovesse superare il test, senza alcuna interruzione  del proprio precorso di studio, dovrà obbligatoriamente seguire un corso di 30 ore per recuperare i c.d. OFA (Obblighi Formativi Aggiuntivi) previsti dal  MIUR . Il Corso di recupero sarà coordinato da un docente di riferimento e da studenti del 5° anno in veste di tutor. Il corso integrativo si concluderà con un test finale per verificare il superamemto del gap cognitivo e interpretativo iniziale.

Insegnamenti

Consulta informazioni più dettagliate sul Sito di Dipartimento

Videointervista ad Annalisa Fanini, Laureata in Giurisprudenza