Storia, arte e letteratura

Transatlantic Transfers: The Italian Presence in Post-War America

Transatlantic Transfers: the Italian presence in post–war America (TT) aims at reassessing the role of Italian culture in the definition of a distinctive cosmopolitan, urban style in America in the years following World War II, and specifically through 1949 and 1972, dates of two exhibitions held at MoMA and reasoning on Italian culture, XX Century Italian Art and Italy. The new domestic landscape. 

Global Europeanness: toward a differentiated approach to global history 1450-1900

GLE, acronimo di Global Europeanness, si propone di analizzare le conseguenze nella pratica storica prodotte dall'allargamento globale dell'esperienza storica avvenuto nell'ultimo mezzo secolo. In particolare il progetto intende ridefinire le concezioni della globalità nell'età moderna (1450-1900). La "storia globale" e la "storia mondiale" sono emerse nella discussione recente come due concetti storiografici di indubbia rilevanza nel discorso contemporaneo perché basate su un modello di analisi delle interconnessioni tra attori e realtà diverse.

La tradizione del testo letterario in area iberica nel secolo d’oro, tra varianti d’autore e redazioni plurime

Il PRIN applicherà la rigorosa metodologia della Filologia d’autore italiana ai testimoni autografi (o, in ogni caso, con il medesimo valore e peso degli autografi) di alcune opere appartenenti a generi caratteristici dei Secoli d'Oro spagnoli: poesia, teatro e prosa spirituale.

Centro Interuniversitario di Studi di Storia Globale - Network for Global History

Il Centro Interuniversitario di Studi di Storia Globale GLOBHIS è stato fondato nel 2019.

Si propone di svolgere attività di ricerca storica relative all'analisi delle relazioni interculturali in età moderna e contemporanea (XVI-XX secc.) e all'osservazione dei processi di connessione e interazione tra cultura italiana e contesti culturali europei ed extraeuropei.

Centro Interuniversitario di Studi sul Simbolico

Le motivazioni teoriche da cui muove l’iniziativa - sorta nel 2013 su impulso, in particolare, di Maria Cristina Bartolomei - prendono spunto da una volontà di analizzare la svolta moderna di un problema antico, che corre attraverso l’intera riflessione filosofica.

Il simbolico non appartiene soltanto, da un lato, all’area del religioso o, più precisamente, del sacro e, dall’altro, a quella dell’estetica, ma copre molte aree del sapere, mostrandosi trasversale alla separazione tra studi umanistici e scientifici.

Centro Interuniversitario di Storia Territoriale "Goffredo Casalis"

Il Centro Interuniversitario di Storia Territoriale “Goffredo Casalis” promuove ricerche attinenti la storia del territorio piemontese e ligure, e più in generale su temi storici applicati, anche in collaborazione con altri centri, istituti ed enti pubblici e privati, a livello nazionale e internazionale.

Raccoglie e prosegue l’importante esperienza di ricerca dello Schedario storico-territoriale dei comuni piemontesi, che punta a consolidare ed allargare ad altre aree di intervento: la storia del patrimonio culturale e ambientale, il tema degli usi civici e dei beni comuni.