Erasmus+

https://www.uniupo.it/it/internazionale/docenti/vuoi-andare-allestero/opportunit%C3%A0-all%E2%80%99estero/erasmus

Il programma Erasmus+ consente ai docenti e ai ricercatori di effettuare soggiorni all’estero per insegnamento attraverso la "Erasmus+ Staff Mobility for Teaching".

Gli obiettivi sono:

  • consentire anche agli studenti che non possono usufruire direttamente di un programma di mobilità, di beneficiare delle conoscenze e dell’esperienza del personale accademico di altre università europee;
  • incoraggiare le università ad ampliare ed arricchire l’offerta dei corsi;
  • offrire al personale docente le opportunità per uno sviluppo personale e professionale;
  • consolidare i legami tra le diverse istituzioni. 

I requisiti necessari per essere ammessi sono:

  • il docente deve prestare servizio presso l’Università di provenienza;
  • esistenza di un accordo bilaterale con altro ateneo della rete Erasmus+;
  • il possesso dello status di cittadino di uno stato membro dell’Unione Europea o di un altro paese partecipanti al Programma Erasmus+, oppure di cittadino di altri Paesi, regolarmente impiegati presso un Istituto di Istruzione Superiore.

Siamo in attesa della nuova programmazione 2021-27. Riportiamo qui alcuni spunti basati sulla programmazione che si sta concludendo (2014-20):

1. Il ventaglio di azioni e attività offerte per promuovere forme innovative di didattica è vasto e variegato. Nelle precedenti call, le guide al programma indicavano: Mobilità combinata dei discenti, Programmi di studio intensivo, Incarichi di insegnamento o formazione a lungo termine, Eventi di formazione congiunta di breve durata, ecc. Vi erano inoltre riferimenti all’attività di ricerca, ove collegata all’attività didattica

2. La cooperazione non è limitata alle sole università europee ma promuove il coinvolgimento anche di università extra europee, di imprese e di associazioni:

  • KA107 – International Mobility Credit estende la mobilità Erasmus (studenti, docenti, PTA) alle università extra-europee, offrendo quindi la possibilità di sostenere costi di viaggio/soggiorno elevati e di consolidare i rapporti con università site in altri continenti.
  • KA2 – Knowledge Alliances è dedicata a iniziative di cooperazione europea università-impresa per l’innovazione dell’istruzione superiore; attraverso questa azione sono stati, ad esempio, finanziati progetti per la progettazione di corsi di laurea atti a formare nuove figure professionali ricercate dalle imprese.

Nella Guida al Programma per KA2 – Partenariati strategici – si riportano tra le possibili attività: piani di studio, corsi, programmi di studio congiunti, moduli comuni (compresi i moduli online), integrazione di un'ampia varietà di modalità di apprendimento (a distanza, part-time, apprendimento per moduli) materiali e metodi utili per l'apprendimento, la formazione e l'animazione socioeducativa, approcci e strumenti pedagogici collaborazione basata su progetti, apprendimento tra pari, seminari, laboratori virtuali, spazi di collaborazione virtuale sviluppo delle capacità e attività di rete elaborazione e attuazione di piani strategici di cooperazione attività di informazione, orientamento, accompagnamento e consulenza sondaggi, analisi comparative, produzione di prove, studi di casi reali definizione di norme qualitative e profili basati sulle competenze/sui profili professionali miglioramento dei quadri delle qualifiche, del trasferimento dei crediti, della garanzia della qualità, del riconoscimento e della convalida attività di apprendimento, insegnamento e formazione.

 

Elenco dei progetti approvati nella call 2019 è disponibile al seguente link

I risultati della call 2020 saranno accessibili partendo dal seguente link

Per maggiori informazioni sul Programma Erasmus+:

 

Progetti finanziati durante la programmazione 2014-2020

 

Altre informazioni:

Documentazione (accessibile con autenticazione)