Blended Intensive Programmes

https://www.uniupo.it/it/internazionale/docenti/blended-intensive-programmes

Blended Intensive Programme (BIP) sono programmi intensivi di didattica realizzati in modalità blended che includono un breve periodo di mobilità all’estero combinato con attività di formazione da remoto, a cui possono partecipare gruppi di studentesse e studenti, personale docente e personale tecnico-amministrativo. La componente virtuale è obbligatoria poiché consente sia di adottare metodi di insegnamento e apprendimento innovativi, che di raggiungere un numero più ampio di discenti, coinvolgendo anche studentesse e studenti provenienti da aree disciplinari con limitate opportunità di mobilità.

 

Le caratteristiche principali dei BIP sono: 

● la creazione di un Consorzio tra Istituti di Istruzioni Superiore, composto da un minimo di 3 Atenei universitari titolari di ECHE (Erasmus Charter for Higher Education) provenienti da almeno 3 Paesi aderenti al Programma Erasmus+. 
● la mobilità fisica di studentesse e studenti, docenti e personale tecnico amministrativo per un minimo di 5 ed un massimo di 30 giorni;

● la realizzazione di un progetto di insegnamento con metodi di apprendimento innovativi.

 

Per realizzare un BIP è necessario:

● un parternariato che includa UPO come capofila e almeno altre 2 Università europee;

● presentare un progetto (secondo lo schema allegato in fondo alla pagina) che includa una parte di didattica da remoto e una in presenza più breve (da 5 a 30 giorni);

● coinvolgere un minimo di 15 studentesse/studenti, docenti e personale amministrativo provenienti dagli atenei partner. Per UPO possono partecipare studentesse/studenti, docenti e personale amministrativo che non verranno conteggiati nei 15 partecipanti minimi. Le/I partecipanti UPO non essendo formalmente in mobilità non riceveranno alcun tipo di finanziamento.

 

Le/I partecipanti

La mobilità coinvolge le studentesse e gli studenti, ma anche docenti e personale amministrativo delle Università Partner. Le nostre studentesse e i nostri studenti, NON partecipano alla mobilità ma possono partecipare al progetto. A conclusione dell’attività prevista dal progetto alle studentesse e agli studenti vengono attribuiti un minimo di 3 CFU per mobilità internazionale.

 

Il contributo

Per ogni progetto è previsto un contributo pari a 7.500,00 € di cui 6.000,00 € derivanti dal contributo Erasmus+ e 1.500,00 € quale contributo di Ateneo. Il contributo dovrà essere impiegato ai fini dell'organizzazione del progetto e non come fonte di finanziamento individuale per nessuna parte coinvolta.

 

Spese ammissibili

● produzione di documenti o materiale didattico;
● strumenti per svolgere la parte virtuale;
● affitto di aule/stanze;
● catering per coffee break/eventuali pasti;
● noleggio di attrezzature;
● gite, escursioni (connesse direttamente al programma);
● attività di comunicazione;
● traduzione e interpretariato;
● visite preparatorie.

I costi di viaggio e eventuali diarie sono coperti dagli Atenei partner del progetto.

 

Per approfondire potete cliccare qui e consultare la pagina del sito dell'Agenzia Nazionale Indire dedicata ai Blended Intensive Programme.