Prima rata

https://www.uniupo.it/it/infostudenti/tasse-e-contributi/prima-rata

Il pagamento della prima rata di euro 156,00 è obbligatorio. Corrisponde alla quota della tassa regionale per il diritto allo studio universitario (euro 140,00) e all’importo della marca da bollo (euro 16,00). Va effettuato entro il 2 novembre 2021. È indispensabile per confermare l’iscrizione al primo anno o agli anni successivi.

Ai pagamenti effettuati oltre il termine del 2 novembre 2021 sarà applicata una mora.

Se ti iscrivi al primo anno potrai accedere ai servizi di Ateneo (posta elettronica, didattica in rete, ecc.) solo quando l’Università avrà acquisito il pagamento della prima rata. 

Devi pagare la prima rata anche se ti iscrivi al primo anno avendo richiesto i benefici EDISU. In caso di idoneità, potrà richiedere all’Ente il rimborso della tassa versata come prima rata. 

Se ti iscrivi ad anni successivi al primo, trovi la rata da pagare nell’area riservata del Portale Studente a partire dall’11 ottobre 2021. Il pagamento deve essere effettuato entro il 2 novembre 2021.

Se ti sei iscritto ad anni di corso successivi al primo, e ha richiesto all’Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario (EDISU) la borsa di studio per l’anno accademico 2021/22, sei esonerato/a dal pagamento della tassa regionale fino alla pubblicazione delle graduatorie definitive dei vincitori/vincitrici o idonei/e da parte dell’EDISU; devi comunque pagare la marca da bollo virtuale di euro 16,00, di cui troverai il bollettino nella tua area del Portale Studente.
Nel caso in cui l’EDISU non ti conceda la borsa di studio per l’anno accademico 2021/2022, devi pagare la prima rata, senza mora, entro venti giorni di calendario dal ricevimento della comunicazione da parte della tua Segreteria Studenti. Per ottenere i benefici EDISU devi richiedere l’Attestazione ISEE 2021. Se non risulti vincitore/vincitrice o idoneo/a nelle graduatorie dell’EDISU e non hai presentato l’Attestazione ISEE, sarai collocato/a automaticamente nella massima fascia contributiva.

Non deve pagare la prima rata:

  1. chi intende laurearsi nella sessione autunnale o in quella straordinaria dell’anno accademico 2020/2021. Se non conclude gli studi entro il termine previsto (aprile 2022), deve pagare i contributi previsti con la mora. Se intende avvalersi dell’inserimento nelle fasce a contribuzione ridotta, deve richiedere l’Attestazione ISEE 2021;
  2. chi ha già rinunciato agli studi;
  3. chi intende trasferirsi presso un altro ateneo, ma deve comunque versare il contributo previsto per i trasferimenti in uscita;
  4. chi beneficia di specifiche cause di esonero (vedi sezione Agevolazioni).

La prima rata non può essere rimborsata a chi rinuncia o si iscrive ad altro ateneo, perché gli importi della rata non sono di competenza dell’Università, ma dell’EDISU.

L’imposta di bollo di euro 16,00 non viene mai rimborsata.