Il tenore Jihoon Son vince il 72° Concorso Internazionale Viotti di Canto 2022

Il tenore coreano Jihoon Son è il vincitore della 72esima edizione del Concorso Internazionale di Musica Gian Battista Viotti 2022 dedicato ai cantanti lirici che ha avuto il suo epilogo sabato 15 ottobre al Teatro Civico di Vercelli con la grande finale con orchestra. Il primo premio del Concorso di Canto non veniva assegnato dal 2016.

Partecipavano alla serata conclusiva del concorso vercellese sei cantanti, selezionati fra 46 partecipanti alla prima eliminatoria e successivamente fra 17 semifinalisti.

Jihoon Son ha vinto il primo premio intitolato a Joseph Robbone, offerto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, del valore di 10.000 euro, consegnato dal consigliere della Fondazione CRV, Tino Candeli, e dal Sindaco di Vercelli, Andrea Corsaro.

Il tenore trentaduenne ha cantato in finale la celeberrima e difficilissima aria dei nove do di petto, dal primo atto della Figlia del Reggimento di Gaetano Donizetti,  “Ah! mes amis, quel jour de fête!”, e l'aria dal quarto atto del Guglielmo Tell di Gioacchino Rossini “Asile héreditaire”.

Il secondo premio, per cui era necessario raggiungere un media di giudizio pari o superiore a 85 punti, non è stato assegnato.

Terzo premio del valore di 4.000 euro, offerto dalla Città di Vercelli, consegnato dal Vice Sindaco del Comune di Vercelli, Massimo Simion, dall’assessore Domenico Sabatino e dalla consigliera provinciale Margherita Candeli, è stato assegnato al baritono newyorchese Emmett O’Hanlon che ha cantato in finale “Hai già vinta la causa” da  Le nozze di Figaro di Mozart e la scena della torre dall’opera Pelléas et Mélisande di Claude Debussy.

Il premio del pubblico del valore di 1.000 euro è stato assegnato a Jihoon Son ed è stato consegnato dal rettore dell'Università del Piemonte Orientale, Prof. Giancarlo Avanzi.

Fra i riconoscimenti, il Premio Soroptimist alla miglior donna finalista al soprano coreano Jessica Seo Jin Lee, consegnato dalla presidente Rita Manuela Chiappa e la Targa Cesare Bardelli, offerta dalla famiglia del grande baritono italiano, a Emmett O’Hanlon.

Diploma di finalisti ai due bassi coreani SeokJun Kim e Kwangsik Park e al tenore cinese Weillian Wang.

La giuria internazionale era presieduta da Chris Merritt, e composta da Eugenia Anvelt, Nicolas Rivenq, William Matteuzzi, Peter Theiler.

A causa di un’improvvisa indisposizione, due giurati, Pietro Borgonovo e Anna Maria Chiuri, sono stati sostituiti da Maria Arsieni Robbone e da Pierangelo Conte (Direttore artistico dell’Opera Carlo Felice di Genova).

Presentata da Paolo Pomati, la Finale del Concorso Viotti di Canto 2022 ha visto la partecipazione dell’Orchestra dell’Opera Carlo Felice di Genova diretta dal Maestro Marcello Rota che ha aperto il concerto con una brillantissima esecuzione dell’ouverture della Carmen di Georges Bizet.

 

 

Bio

Nato a Seoul, Jihoon Son studia attualmente a Monaco di Baviera presso l’Accademia August Everding del Teatro d’opera Bavarese. Laureato alla Korean National University of Arts, Son ha fatto il suo debutto operistico al Seoul Arts Centre come Tamino ne Il flauto magico. Ha cantato come Nemorino nell’Elisir d’amore di Donizetti e Lisandro nel Sogno di una notte di mezza estate di Benjamin Britten.

I punti salienti della carriera del baritono irlandese-americano Emmett O’Hanlon includono i suoi debutti nel ruolo del titolo nel Don Giovanni di Mozart, Figaro ne Il barbiere di Siviglia di Rossini e Kaiser in Der Kaiser von Atlantis di Ullmann con la Deutsche Oper am Rhein, Malatesta nel Don Pasquale di Donizetti con il Blackwater Valley Opera Festival e il Berkshire Opera Festival, Silvio nei Pagliacci di Leoncavallo con l’Opera San Jose e Gaston ne La Bella e la Bestia di Disney con il Paramount Theatre. Ha fatto parte del prestigioso Ryan Opera Center della Lyric Opera di Chicago e ha conseguito un Master of Music alla Juilliard School of Music e un Bachelor of Music all’University of Cincinnati College-Conservatory of Music.