Società e sviluppo locale

Corso di laurea: magistrale

Classe: LM - 87 (Servizio sociale e politiche sociali) e LM - 88 (Sociologia e ricerca sociale)

Accesso: libero

Struttura: Giurisprudenza e Scienze politiche, economiche e sociali

Sede formativa: Alessandria, via Cavour 84 (Segreteria studenti: piazza Ambrosoli)        

Presidente: prof.ssa Maria Luisa Bianco

Data d'inizio dei corsi: da definire

Il corso di studio in breve. Il Corso fornisce competenze specialistiche nel campo della progettazione e governance dello sviluppo locale, oppure nell'ambito di politiche di tipo socio-assistenziale anche con riferimento ai fenomeni migratori. Il corso consente di laurearsi in Servizio Sociale e Politiche Sociali (nella Classe LM-87) oppure in Sociologia e Ricerca Sociale (nella Classe LM-88). Le lezioni generalmente non hanno obbligo di frequenza in aula. Fa eccezione il corso seminariale Modelli innovativi nel Servizio sociale, dove, per poter sostenere l’esame, gli studenti dovranno aver partecipato ad almeno 7 incontri.

Società e Sviluppo Locale, con i suoi tre percorsi, costituisce l’approfondimento a livello Magistrale di Corsi dei Laurea triennali, Master e specifici curricula didattici presenti in Dipartimento

  • Percorso 1: Politiche e servizi sociali nel territorio (classe LM 87). Richiede la laurea in Servizio Sociale per dare l’accesso all’Esame di Stato Sezione A e costituisce lo sviluppo del nostro Corso di Laurea triennale in Servizio Sociale, che si svolge presso la sede formativa di Asti. Fornisce approfondimenti interdisciplinari delle problematiche legate all’infanzia e all’adolescenza, della salute e dei processi migratori ed è rivolto a chi sia interessato a una professionalità nella progettazione di interventi di sviluppo sociale del territorio, nella direzione dei servizi, in particolare socio-sanitari, nella cooperazione sociale e nella gestione delle problematiche dell’integrazione sociale degli immigrati e dei richiedenti asilo.
    Gli studenti che s’iscrivono a questo Percorso devono frequentare un Tirocinio professionalizzante della durata di 150 ore, presso un Ente convenzionato con il Dipartimento, con la supervisione del Docente Tutor dei Tirocini e di un Tutor aziendale. Per l’iscrizione all’Esame di Stato Sezione A l’Ordine degli Assistenti Sociali richiede che quest’ultimo sia un Assistente Sociale Magistrale. Coordinatore: Prof.ssa Anna Rosa Favretto

  • Percorso 2: Politiche e servizi sociali nel territorio (classe LM 88). È lo sviluppo del percorso formativo triennale per Esperti in fenomeni migratori, processi di integrazione sociale e relazioni interculturali del curriculum di ASPES denominato Amministrazione pubblica e problematiche sociali della integrazione (Classe L-36). Più in generale è pensato per quegli studenti che non siano interessati all’Esame di Stato Sezione A e all’iscrizione all’Ordine degli Assistenti Sociali, pur intendendo approfondire la loro professionalità nell’ambito delle problematiche socio-assitenziali, dei fenomeni migratori e dei processi di integrazione sociale (nella scuola, nel lavoro, nei servizi, nell’Amministrazione pubblica). E’ questo il caso di molti professionisti interessati a lavorare nei Servizi, ma privi della laurea in Servizio Sociale o che – per svariate ragioni - non siano in grado di frequentare il Tirocinio professionalizzante della Classe LM-87. Coordinatore: Prof. Michael Eve 

  • Percorso 3: Sviluppo locale (classe LM 88). Costituisce l’approfondimento a livello Magistrale del percorso di ASPES per Esperti in Amministrazione e Politiche per il territorio nell’ambito del Curriculum Amministrazione pubblica e Problematiche sociali della integrazione Classe L-16. Esso è rivolto nello specifico a studenti che vogliano acquisire professionalità specialistiche e fortemente professionalizzate nel campo della progettazione e implementazione di politiche pubbliche, di logistica territoriale, di sviluppo delle organizzazioni e delle risorse umane. E’ molto apprezzato anche da funzionari pubblici degli Enti locali che intendano completare la loro formazione universitaria o attuare un percorso di riqualificazione nella logica della formazione ricorrente. Tale Percorso è stato progettato in modo integrato con il Master in Sviluppo Locale-MASL (Direttore Prof. Paolo Perulli), ora alla sua XIV° edizione, e fornisce agli studenti interessati l’opportunità di conseguire il Diploma di Master e, successivamente, grazie al riconoscimento dei 60 CFU, di ottenere l’iscrizione al II anno del Percorso 3 del Corso di Laurea Magistrale. In altri termini, agli studenti è data l’opportunità di ottenere ben due titoli di studio (Diploma di Master e Laurea Magistrale) con soli 120 crediti. Per l’iscrizione ai Percorsi 1 e 2 i crediti conseguiti con il Master sono invece riconosciuti in base alla loro congruenza con il Piano di studi Magistrale prescelto Coordinatore: Prof. Enrico Ercole 

Sbocchi occupazionali e professionali. Il profilo di esperto delle politiche sociali (curriculum in Politiche e Servizi Sociali nel Territorio, Classe LM-87) apre la strada a carriere nella programmazione e direzione delle politiche sociali e dei servizi territoriali rivolti alla cura e al sostegno, secondo i più innovativi metodi e tecniche di programmazione, gestione e intervento.
Il profilo di esperto delle politiche sociali (curriculum in Politiche e Servizi Sociali nel Territorio, Classe LM-88) è orientato invece a tutte quelle professioni che necessitano di competenze multidisciplinari sui fenomeni migratori e sui processi d’integrazione sociale, oggi sempre più richieste per la crescente presenza di stranieri e figli di stranieri nei luoghi di lavoro, nelle scuole, nei servizi.
Il profilo di esperto delle politiche di sviluppo locale (curriculum in Sviluppo Locale, Classe LM-88) prepara a professioni di marketing territoriale e turistico, di analisi e progettazione dei sistemi territoriali locali. I laureati potranno lavorare come consulenti o dirigenti in imprese private, consorzi pubblico-privati, enti pubblici.           

Accordi Erasmus con il DiGSPESBulgaria: "National and World Economics" (Sofia). Repubblica Ceca: Hradec, Masaryk (Brno). Finlandia: Tampere. Francia:  Savoie (Chambéry), Sud-Toulon-Var (Tolone), Sophia-Antipolis (Nizza), Rouen, Rennes I, Reims-Champagne-Ardenne (Reims), Catholique de Lyon, Paris Nanterres (Parigi). Germania: Treviri. Lituania: Kaunas. Malta: Malta (Msida). Polonia: “Karol Adamiecki Economiczny” (Katowice), “Jagellllonsky” (Cracovia), "Lazarki School of commerce and law" (Varsavia). Portogallo: Castelo Branco, Lisbona, Porto. Regno Unito: Winchester. Romania: “1 Decembrie 1918” (Alba Iulia). Spagna: Alicante, "Miguel Hernandez" (Elche), Jaen, Murcia, La Laguna (Tenerife), "Rovira i Virgili" (Tarragona).

Insegnamenti

Consulta informazioni più dettagliate sul Sito di Dipartimento

Guarda le #Upostorie per conoscere l'esperienza dei Laureati UPO