Erasmus per studio

Sicuramente ti è noto l'Erasmus, il programma più semplice e diffuso per studiare all'estero.

Erasmus è l'acronimo di European Region Action Scheme for the Mobility of University Students. È nato nel 1987 per opera della Comunità Europea e dà la possibilità a uno studente universitario europeo di effettuare in una università straniera un periodo di studio legalmente riconosciuto dalla propria università.

Dal gennaio 2014 il programma si chiama “Erasmus+”; raggruppa sette programmi dell'Unione europea già esistenti nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù. Per la prima volta include anche lo sport.

Essendo un programma integrato, Erasmus+ offre maggiori opportunità di collaborazione fra istruzione, formazione, gioventù e sport e, grazie a regole di finanziamento semplificate, per te sarà più facile usufruirne.

Esiste una vera e propria Carta in cui sono esposti i diritti e i doveri dello studente Erasmus. Puoi consultarla scaricando l'allegato in fondo alla pagina. Tra gli allegati trovi anche due importanti documenti dell'Agenzia Nazionale Erasmus+, la "Erasmus Policy Statement", che descrive il programma generale di sviluppo strategico, e la "Erasmus Charter For Higher Education 2014-2020", la Carta Erasmus per l’Istruzione Superiore.

Procedi nelle varie voci di menu per apprendere il funzionamento.

IMPORTANTE: durante il periodo di permanenza lo studente ha la possibilità di rientrare in Italia per brevi periodi ( 3-4 giorni) per motivi personali ma non potrà svolgere esami e/o altra attività didattica. La carriera durante il periodo di mobilità è bloccata, non sarà possibile iscriversi e/o registrare esami in Italia. Il blocco parte dalla data di arrivo della “Letter of Confirmation” e termina con la data di rientro inserita nello stesso modulo. A tal fine, è vivamente consigliato inviare copia di tale documento entro breve tempo dal rientro in Italia, altrimenti non sarà possibile registrarsi agli appelli e sostenere esami.